24/09/2018 / Novità

Senza taglio longitudinale: il profilo isolante specifico per porte

Ensinger ha ideato una nuova soluzione per risolvere il problema delle porte in metallo separate termicamente, il cosiddetto effetto bimetallico. Soprattutto nelle porte d’ingresso esposte sul lato soleggiato dell’edificio, il guscio in alluminio esterno tende a subire ingenti deformazioni a causa del riscaldamento. Per effetto del gradiente termico rispetto al guscio interno, tutto il materiale composito si gonfia verso l'esterno. La porta si deforma e, nel peggiore dei casi, non si riesce più ad aprirla né a chiuderla. Questo effetto viene accentuato in caso di verniciatura scura della porta, poiché la superficie si riscalda maggiormente. Anche un’elevata profondità d'isolamento favorisce la dilatazione longitudinale in misura più o meno accentuata. 
Sezione e geometria del profilo isolante antidilatazione insulbar in due partiLa barretta senza taglio longitudinale è costituita da due parti.
Il gradiente termico tra il lato esterno e quello interno della porta è infatti ancora maggiore in quest’area. Il problema può manifestarsi anche in inverno. In questo caso, però, la porta tende a incurvarsi verso l’interno per effetto del forte freddo all’esterno e del calore all’interno. 
Figura del materiale composito con profilo soggetto a taglio longitudinaleComposito di alluminio con profilo isolante normale: il forte gradiente termico causa una deformazione della porta
Figura del materiale composito con barretta isolante antidilatazione insulbarComposito di alluminio con profilo isolante insulbar antidilatazione: la zona isolante mobile compensa efficacemente la dilatazione longitudinale variabile del guscio interno ed esterno

Richiesta di brevetto depositata per la nuova soluzione

I problemi sopra descritti sono oramai solo un ricordo passato grazie ai profili isolanti insulbar antidilatazione. La barretta senza taglio longitudinale è costituita da due parti che, in caso di dilatazione longitudinale variabile del guscio interno ed esterno, si muovono l’una rispetto all’altra. Si forma in tal modo una zona di isolamento mobile, che compensa la dilatazione termica variabile dei gusci in alluminio e riduce al minimo l’effetto bimetallico.

Diagramma di confronto dell’efficienza dei profili antidilatazione e di quelli soggetti a taglio longitudinaleLa resistenza elastica al taglio longitudinale c della barretta isolante insulbar antidilatazione si approssima allo zero. In tal modo viene ridotta al minimo la flessione della porta (vedi il diagramma).

Sintesi dei vantaggi

  • Profili senza taglio longitudinale, quindi riduzione al minimo dell’effetto bimetallico rispetto ai profili soggetti o resistenti al taglio longitudinale
  • Minima resistenza elastica al taglio longitudinale c e bassa resistenza al taglio longitudinale T
  • Geometria ottimizzata per un’elevata resistenza alla trazione trasversale Q
  • Possibile fornitura in coil e con lavorazioni aggiuntive come per i profili isolanti tradizionali

Il profilo antidilatazione è già disponibile nella nostra gamma standard in diversi formati da 20 a 42 mm ed anche nell’insulbar-finder all’interno della sezione riservata alle applicazioni speciali.

Saremo lieti di darle supporto per i suoi nuovi progetti e di mettere a sua disposizione i campioni corrispondenti. La invitiamo a contattarci.